Skip to content

Portico Library: spettacolare biblioteca ottocentesca a Manchester

La Portico Library è una delle biblioteche più belle di Manchester: proprio come la casa-museo di Elizabeth Gaskell, è un gioiello che ci riporta dritti dritti al cuore dell’età vittoriana. Questa location è la protagonista del secondo episodio della serie di video che ho realizzato in collaborazione con Visit Britain, l’Ente Nazionale per il Turismo Britannico. La clip è disponibile sui canali ufficiali dell’ente, insieme ad altre che vi porteranno a scoprire destinazioni inusuali del Nord dell’Inghilterra in grado di farci rivivere le atmosfere uniche dell’Ottocento inglese.

La nascita della Portico Library

La Portico Library risale precisamente al 1806. Fu l’iniziativa di un gruppo di imprenditori che volevano creare il connubio perfetto tra una newsroom, cioè un luogo in cui i gentiluomini si aggiornavano sulle notizie d’attualità, e una biblioteca tradizionale. Era un periodo molto importante per Manchester, non era ancora stata ufficialmente consacrata come città, ma si stava affermando come un epicentro di modernità, di arte e di cultura. Così, venne lanciata la raccolta fondi per costruire la biblioteca e nel giro di poco si trovarono ben 400 partecipanti: di fatto potremmo definire l’iniziativa un antenato del crowdfunding!

La Portico Library e la rivoluzione industriale

Questa raccolta fu possibile proprio grazie alle ricchezze portate dalla Rivoluzione industriale: non è un caso che a più di duecento anni dall’apertura, la biblioteca vanti una collezione di oltre 25.000 volumi, focalizzata sulla letteratura dell’Ottocento ma anche su testi che ci parlano di tutte le grandi innovazioni che emersero proprio durante il periodo della rivoluzione.

Chi visitava la Portico Library

Gli anni d’oro della Portico Library furono quelli di maggior fermento per Manchester, infatti nella biblioteca passarono personaggi di ogni sorta, di ogni partito politico, commercianti, grandi industriali e anche e soprattutto, gente di cultura. Spesso a leggere e studiare alla Portico c’era anche Elizabeth Gaskell: gli archivi della biblioteca rivelano quando la scrittrice venne a prendere libri in prestito e quali titoli scelse. Fra questi, alcuni romanzi di Wilkie Collins. 

Come visitare la Portico Library

La Portico Library è visitabile gratuitamente e ci sono sempre degli oggetti in mostra, tutto l’anno, e molti ci aprono una finestra speciale sulla storia di Manchester in epoca vittoriana. C’è anche un angolo in cui concedersi un buon tè, quindi insomma, per tantissime ragioni, questa splendida biblioteca è il luogo perfetto per immergersi nella magia dell’Inghilterra dell’Ottocento.

POTREBBERO INTERESSARTI:

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Restiamo in contatto!

Iscriviti GRATIS alla mia newsletter, ogni mese ti aggiornerò sulle mie avventure ottocentesche, con info esclusive su viaggi, progetti e pubblicazioni!

tutti i campi sono obbligatori

Sei sul blog di Laura Bartoli

Da anni studio, colleziono e traduco Charles Dickens. Sono una digital strategist appassionata di libri antichi e viaggio alla ricerca dei luoghi dove il tempo si è fermato all’età vittoriana. Questo blog è lo spazio virtuale in cui racconto le mie avventure a cavallo tra passato e presente. Clicca qui per conoscermi meglio!