fbpx Skip to content

Pagina: Laura Bartoli

Mi presento: sono Laura Bartoli, classe 1990, marchigiana, digital strategist di professione, studiosa di Charles Dickens per vocazione

Mi sono avvicinata al mondo di Dickens circa 10 anni fa, quando, per impegnare le giornate dopo l’esame di stato al liceo, ho messo piede in una libreria di reminders (che oggi, ahimè, non esiste più) e mi sono lasciata tentare da David Copperfield. Un libro dopo l’altro, ho scoperto l’autore; con la sua biografia ho scoperto l’uomo e ho capito che in Dickens c’era molto più d’uno scrittore: era stato uno dei più grandi innovatori della storia. Così ho iniziato a esplorare, studiare, comprendere. 

Tutto a un tratto l’interesse per Dickens si era intrecciato alla mia formazione – ho studiato International Economics, Management and Finance alla Bocconi e Innovation Management and Entrepreneurship alla Manchester Business School – e al mio mestiere di digital strategist. 

La mia prima pubblicazione ha esplorato proprio questo lato inedito di Dickens: A scuola di marketing da Dickens è stato pubblicato in apertura al terzo volume della Trilogia di Londra edita da Mattioli 1885. 

Poi le traduzioni. Tradurre è stata inizialmente più che altro una sfida con me stessa: conoscevo molto bene la lingua ma tradurre classici dell’Ottocento è tutta un’altra storia! Superata la sfida iniziale, ho capito che la traduzione, specialmente quando si ha a che fare con racconti inediti in italiano, è un’opera di divulgazione culturale senza eguali.

A oggi ho tradotto diversi titoli di Charles Dickens, ma il lavoro a cui sono più legata è senz’altro l’edizione italiana dell’epistolario di Dickens, di cui il primo volume è già disponibile, pubblicato da ABEditore in una veste incredibile (per un approfondimento clicca qui). Con grande orgoglio sottolineo che mi trovi in libreria anche con la casa editrice minimumfax con il volume L’Anima degli Affari, sempre di Charles Dickens. 

I miei titoli in libreria

Una Vita in Lettere – Vol. 2
di Charles Dickens | Pubblicato da ABEditore | Anno 2021

Al termine della pubblicazione di “David Copperfield” il successo di Charles Dickens era universale, eppure questo secondo volume epistolare, inedito in italiano, dipinge l’affresco di un demone irrequieto che esplode e si sgretola fra le righe. Pare quasi che lo scrittore ripercorra a ritroso la prima metà della sua vita: ritrova gli amori, rivisita i luoghi, torna in Italia e in America, eppure il suo sguardo è cambiato. Non solo ora Dickens osserva il suo pubblico dall’alto dei palcoscenici di mezzo mondo ma con ogni lettera tradisce anche un sentire mutato, forgiato da sotterfugi amorosi, telegrammi in codice, un fisico logoro, eredi indegni e una consorte incapace. Una corrispondenza che incarna l’essenza di un’epoca e irradia della tipica vivacità dickensiana le grandi icone del tempo, da Abraham Lincoln a Hans Christian Andersen.
L’anima degli affari – Lettere e riflessioni sul mestiere di scrivere
di Charles Dickens | Pubblicato da minimumfax | Anno 2021

Nessuno scrittore, dell’Ottocento e non solo, ha mostrato più di Charles Dickens una piena consapevolezza del proprio mestiere, in tutte le sue possibili implicazioni. Romanziere, drammaturgo, giornalista, ma anche formidabile conferenziere e fondatore di testate, Dickens era capace di smuovere masse di lettori, che si accalcavano davanti alle edicole per comprare i giornali sui quali, a puntate, venivano pubblicati i suoi libri; di studiare accurate strategie di marketing, che farebbero invidia agli uffici stampa di mezzo mondo; di costruire attorno alla sua figura un culto tenace, alimentato tramite dosate apparizioni in pubblico e veri e propri tour. Dickens si è dedicato alla scrittura, e al modo in cui questa può essere promossa e comunicata, tanto nei suoi saggi e articoli, quanto nella sua sterminata corrispondenza. Laura Bartoli, specialista di letteratura vittoriana e traduttrice, ha raccolto gli esempi più significativi di questa continua riflessione, offrendoci un ritratto appassionante e completo di un grande narratore, ma soprattutto di un maestro nella difficile arte dell’autopromozione.
Una Vita in Lettere – Vol. 1
di Charles Dickens | Pubblicato da ABEditore | Anno 2020

Molto più di un semplice epistolario, questo volume racchiude la prima parte di una selezione di oltre 150 lettere inedite in italiano, incastonate in una narrazione biografica, a comporre la storia più avvincente che Dickens abbia mai scritto, ma che mai avrebbe pubblicato. L’autore ci regala un racconto di prima mano dell’impeto della gioventù, le passioni e i drammi che condussero e s’intrecciarono alla fama planetaria e ci accompagna fino al concepimento del suo capolavoro e alter ego letterario David Copperfield. Dickens si fa così protagonista e spettatore della scena che lo vediamo dividere con i grandi del suo tempo, tra cui Washington Irving, Victor Hugo, Elizabeth Gaskell, la Regina Vittoria e Michael Faraday. Un concentrato di energie che attraversa i secoli e che ci offre l’emozione straordinaria di sedere alla scrivania in compagnia del solo e unico Charles Dickens.
La signora Lirriper
di Charles Dickens | Pubblicato da Mattioli 1885 | Anno 2018

Per sbarcare il lunario dopo la scomparsa del marito, una donna decide di aprire una pensione e presto viene travolta dagli intrighi e dalle disavventure di ospiti inattesi. Una lunga odissea che la signora Lirriper racconta oralmente a una non meglio identificata “mia cara”, in un flusso narrativo popolato di personaggi, morti, segreti ed eredità misteriose. Il bizzarro, lungo e a suo modo scatenato monologo della signora Lirriper rivela il personaggio femminile più incredibile, affascinante e moderno mai creato da Dickens.
La spiegazione di George Silverman
di Charles Dickens | Pubblicato da Mattioli 1885 | Anno 2017

Silverman nasce in una cantina a Preston, e trascorre i suoi primi anni bloccato in quella sordida tana, spesso lasciato solo mentre i suoi genitori vanno a cercare lavoro. Una ricca galleria di personaggi equivoci che coltivano piccoli omicidi, passioni immorali, “caratteri infelici” e oscuri risentimenti. Tra colpi di scena melodrammatici emerge un tratto inedito della prosa di Dickens. Una sottigliezza nella scrittura, una capacità di penetrare e rappresentare certi movimenti del cuore, certe lacerazioni della mente, certi terrori dell’anima, che fanno pensare ad Edgar Allan Poe.

Le mie traduzioni al cinema

Nel 2020 mi sono occupata della traduzione dei dialoghi del film La vita straordinaria di David Copperfield, tratto dal celebre romanzo di Dickens e distribuito nei cinema italiani da Lucky Red. In occasione dell’uscita del film ho intervistato anche il cast sul red carpet del London Film Festival, cliccando qui puoi leggere un approfondimento.


Non si tratta della mia unica esperienza nel settore cinematografico: ho iniziato la mia carriera nel mondo del digital occupandomi delle strategie digitali per blockbuster come Il grande Gatsby, Lo Hobbit, Hunger games e Captain America. Per oltre otto anni ho gestito il sito italiano dedicato a Leonardo DiCaprio e partecipato a eventi esclusivi con star del calibro di Quentin Tarantino, James Cameron, Kate Winslet e ovviamente lo stesso DiCaprio. Inoltre, nel 2015 ho diretto l’organizzazione del LOTR Day, il più grande evento italiano dedicato alla trilogia cinematografica de Il Signore degli Anelli, con ospiti numerosi doppiatori e uno degli attori protagonisti della saga, Billy Boyd (Peregrino Tuc).

Questo blog è lo spazio virtuale in cui s’intrecciano tutte le mie passioni, per raccontarti in maniera originale Charles Dickens, la letteratura vittoriana e la magia dell’Ottocento inglese.

Se vuoi leggere la mia biografia ufficiale ti invito a visitare la sezione press e a seguirmi su LinkedIn. Se vuoi invitarmi come speaker a un tuo evento o semplicemente vuoi scrivermi per lasciarmi un saluto, visita la sezione contatti.

Riscopri insieme a mel'età vittoriana

Iscriviti alla mia newsletter, ogni mese ti aggiornerò sulle mie avventure ottocentesche, con info esclusive su viaggi, progetti, eventi e pubblicazioni!

tutti i campi sono obbligatori